Le novità dal mondo dell'arte,
della cultura e dello spettacolo

Paris Bordon. Pittore divino

Treviso dedica al suo più grande pittore, Paris Bordon (Treviso 1500 – Venezia 1571), definito dallo storiografo veneziano Marco Boschini, il “Divin Pitor” – termine che ha usato solo per Raffaello e Tiziano – la più ampia monografica mai realizzata finora con opere eccezionali, molte delle quali mai esposte in Italia.

La mostra racconta la creatività e la qualità straordinaria dell’opera dell’allievo di Tiziano, riunendo i suoi capolavori provenienti dai più prestigiosi musei del mondo, tra i quali la National Gallery di Londra, il Louvre di Parigi, il Kunsthistorisches Museum di Vienna, l’Ashmolean Museum di Oxford, ma anche le Gallerie degli Uffizi di Firenze, i Musei Vaticani e la Galleria Doria Pamphilj di Roma.

La rassegna, che costituisce una novità assoluta, racconta la varietà e la ricchezza della produzione dell’artista trevigiano attraverso i suoi sensuali ritratti femminili – dai primi, fortemente influenzati da Palma il Vecchio e Tiziano (in mostra verrà esposto il più antico ritratto del 1523, proveniente dall’Alte Pinakothek di Monaco) a quelli più tardi segnati da un sofisticato manierismo – attraverso le rappresentazioni mitologiche, le splendide allegorie, le scene sacre delle grandi pale d’altare e le piccole opere destinate alla devozione privata. In occasione dell’esposizione verrà, inoltre, appositamente restaurata la monumentale pala d’altare San Giorgio e il drago, proveniente dai Musei Vaticani.

La mostra termina il 15 gennaio 2023. Info, orari e biglietti sul sito della mostra.

Articoli recenti
Articoli più letti
Vincent Peters a Milano
Elliot Erwitt ad Abano Terme
Antiqua
Hic sunt Dracones
Scroll to Top